Baja 500 Romania con la Mrc Sport


Gran bella prova per Vincenzo Cangi, con Paolo Manfredini sul sedile di destra, sulla sua Nissan Murano al Baja 500 Romania. Dopo un prologo di 2 km e mezzo il venerdì, la gara si è tenuta di fatto in un'unica prova di ben 540 km nella giornata di sabato su un percorso ad anello, che attraversava praterie, sottobosco, guadi e colline con arrivo e partenza nella città di Buzau. Il pilota della MRC Sport si è piazzato 15esimo nella classifica assoluta e primo della categoria TH 2B. “Abbiamo sofferto un po', ma nel complesso è andata molto bene – ha raccontato Cangi – primo perché questa volta l'auto è stata interamente preparata da me, fin dal motore, e la prima scommessa era quella di portarla a fine gara, cosa che si è prontamente avverata. Secondo perché in lizza c'erano auto ed equipaggi fortissimi e non non abbiamo certamente sfigurato”. “Siamo stati un po' sfortunati, quello sì – ha continuato – a 100 km dalla partenza si è rotto lo spinotto dell'interfono, quindi abbiamo avuto qualche problema a comunicare. Poi ha ceduto il terminale della marmitta e, visto che toccava per terra, abbiamo dovuto fermarci per provvedere. In seguito abbiamo forato una gomma e ci siamo dovuti fermare di nuovo. Infine, a 20 km dal traguardo, un'altra foratura. Pazienza, ora siamo in credito con la sorte. La macchina però si è comportata egregiamente, il motore è eccezionale. Inoltre grazie a questo piazzamento ora siamo primi nel campionato rumeno con 20 punti di vantaggio sui secondi”. A fare da apripista a questo Baja 500 un equipaggio tutto pordenonese con la veterana Sandra Castellani a navigare il concittadino Federico Buttò. “Il patron della gara, Maurizio Bordon ha invitato Federico a partecipare, il quale ha chiamato me – ha raccontato Sandra - L'organizzazione ci ha messo a disposizione una Polaris RZR Turbo 1000, appena uscita dal concessionario, completamente di serie. Ci siamo saliti e siamo partiti. E' stata un esperienza faticosa, ma interessantissima, il mio ritorno alle note di una competizione così lunga e difficile dopo il Rally d'Egitto nel '99 e la Grecia con Toni Manfrinato nel 2003. Abbiamo avuto qualche problema tecnico, ma siamo riusciti ugualmente a far registrare l'11esimo tempo assoluto. Ringrazio Federico e Maurizio per la fiducia che mi hanno dato e che credo di aver ripagato”.

Share on Google Plus

About Effemotori Telefriuli

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.