Mrc Sport al Rally del Nuraghi e Vermentino


Quattro equipaggi della MRC Sport al via dell'edizione numero 17 del Rally dei Nuraghi e del Vermentino, svoltosi a Berchidda nel cuore della Gallura (in provincia di Sassari). Circa 70 km di tratti cronometrati suddivisi in 8 prove speciali su sterrato (ma due annullate), che hanno messo a dura prova i 49 iscritti (39 partenti, 13 ritirati). Ottimo il quinto posto in classifica assoluta (primo di Gruppo A e primo ci classe A7) di Mario Murtas, “navigato” da Fabio Salis su Opel Astra Opc. “Un risultato al di sopra delle più lusinghiere aspettative – è stato il commento del pilota – Siamo entrati nella Top 10 facendoci valere in mezzo ad un lotto di vetture molto più recenti e performanti della nostra. Ringrazio tutti, scuderia, assistenza e soprattutto Fabio, il mio navigatore che è stato impeccabile”. Ventesimo si è piazzato Gianluigi Goddi (decimo di Gruppo N e settimo di classe N3) al suo esordio assoluto nei Rally, affrontato con Stefano Achenza sul sedile di destra, a bordo di una Renault Clio Rs. “Non avevo mai fatto rally prima d’ora – è stato il suo commento a motore spento – dato che provengo dagli slalom. Il mio navigatore è stato bravissimo. La macchina si è comportata egregiamente e ho preso sempre più confidenza nel corso delle prove”. Sfortunato invece il week end di  Antonello Loriga, “navigato” da Agostino Sanna su Citroen Saxo, e di  Federico Lambroni e Gabriele Crabolu su Peugeot 208. Entrambi gli equipaggi sono stati costretti al ritiro. Un errore in curva è costato il rally a Loriga. Impegnato nella quinta prova, è arrivato lungo ad una curva e, nel tentativo di recuperare la sua Citroen Saxo, ha perso aderenza e si è capottato. Illeso l’equipaggio, che però è stato costretto a dare forfait. Noie meccaniche hanno invece compromesso la performance di Federico Lambroni e del suo co pilota: “Abbiamo avuto problemi col motore e, molto probabilmente, con l’elettronica – sono le parole dello stesso Lambroni - Purtroppo siamo stati costretti a ritirarci già dopo la prima prova. È stato un vero peccato perché avevamo messo nel mirino il primo gradino del podio nella classe”.



Share on Google Plus

About Effemotori Telefriuli

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.