Podio per Micheluz agli Assoluti Enduro a Bettola


Un fine settimana ricco di spettacolo e adrenalina quello organizzato dal Motoclub Ponte dell’Olio, nella località di Bettola, tra le colline piacentine con un programma davvero ricco di eventi, partendo dal sabato sera con una partecipata ed entusiasmante prova estrema, valida come prima prova speciale della gara, che ha regalato una serata magica ai centinaia e centinaia di appassionati che hanno raggiunto la località emiliana. Una gara molto selettiva è stata poi quella della domenica, con quasi 8 ore di gara e oltre un’ora e venti minuti di prove cronometrate, sotto un caldo torrido. Nei quattro giri da affrontare si trovavano un cross test in collina con terreno durissimo, un lungo enduro test da quasi 11’, ed una prova estrema, e a fine giro, un controllo orario tirato da 20’. Non male per una gara di Assoluti d’Italia. Sabato sera, durante la innovativa prova serale, Maurizio stacca un ottimo  decimo tempo assoluto e primo della classe 250 2t, ma la domenica parte la gara vera a propria, dove per l’intera giornata è stata una battaglia sul filo dei secondi con il solito rivale Gianluca Martini su Beta. La svolta al terzo giro, quando una caduta del pilota avianese nell’enduro test ed anche nell’estrema, ha fatto prendere a Martini quella manciata di secondi di vantaggio che malgrado gli sforzi di Maurizio per tentare di recuperare, sono rimasti fino alla fine, e la vittoria di giornata nella classe 250 2t è sfumata per una decina di secondi. Buona comunque la 14 posizione assoluta.   Le parole di Maurizio sulla gara: “ Sinceramente sono partito un po’ troppo sulle difensive oggi. Ieri un pilota è finito in ospedale mentre provava la moto nella Training area, oggi la stessa cosa è successa ad un pilota nel primo enduro test, di conseguenza, vista la mia posizione in classifica mi sono sentito nella condizione di fare una gara accorta, e ho voluto prendere confidenza col terreno, durissimo e molto insidioso. Ne ha approfittato il mio rivale, soprattutto per un paio dimie cadute che mi han fatto perdere quella manciata di secondi che poi a fine gara si sono rivelati importanti. Peccato per la gara, ma penso al campionato. La mia Husqvarna TE 250i ha funzionato alla perfezione, e quando all’ultimo giro ci ho provato per tentare di vincere, mi ha dato buone sensazioni, e ho fatto dei buoni tempi, ma ormai era tardi. Peccato, ma ora manca una sola gara e sono fiducioso per il campionato”

Share on Google Plus

About Effemotori Telefriuli

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.