Italian Baja, 25 anni di storia


Una delle meraviglie del Friuli, esaltata proprio dall’Italian Baja, sono le acque trasparenti di Meduna, Tagliamento, Cosa, che scorrono su greti ampi e ghiaiosi. E poi c’è il Noncello, che lambisce Pordenone e separa la Fiera dal centro storico. Le “nozze d’argento” della corsa fuoristrada premiano il territorio dei quattro fiumi con un rimando d’immagini che vanno oltre confine, sui canali mediatici della Coppa del Mondo FIA Cross Country Rally. MEDUNA. In una porzione di tracciato tra Cordenons e Zoppola si svolgerà venerdì 22 giugno al mattino lo shake-down (test con veicoli da gara) e nel pomeriggio la super special stage di apertura della competizione. Previsto un riordino in piazza Indipendenza a Zoppola e un controllo timbro al centro commerciale Granfiume a Fiume Veneto. NONCELLO. Alle 19 di venerdì, l’intera carovana dei mezzi sfilerà lungo corso Vittorio Emanuele sino al municipio di Pordenone, dove i primi dieci concorrenti classificati nella sss1 del mondiale e dell’italiano faranno la scelta dei numeri per la ripartenza l’indomani della prima tappa. COSA E TAGLIAMENTO. Sabato 23 e domenica 24 giugno il teatro dell’Italian Baja saranno le “grave” tra San Giorgio della Richinvelda, Spilimbergo, San Martino al Tagliamento, Valvasone e Arzene. Sabato caratterizzato da tre passaggi sul settore selettivo da Valvasone a San Lorenzo di Arzene, domenica da due passaggi in senso inverso. Emozioni ovunque per gli amanti della specialità. Ma lo spettacolo si vedrà soprattutto nei guadi, al Rauscedo Jump e al Valvadrom (immagine 2emmephotorace).


Share on Google Plus

About Effemotori Telefriuli

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.