Tomasini vince la gara della solidarietà


Ospite degli “Adria inclusive games”, il pilota pordenonese ha fatto salire in abitacolo ragazzi con disabilità. Con lui è stato protagonista dell’iniziativa benefica di Lignano anche il suo navigatore Mauro Toffoli “E’ stata una giornata molto divertente che speriamo di ripetere presto” – ha detto il driver. Ora testa al campionato italiano cross country: prossima gara in Sardegna a metà maggio   All’iniziativa ci teneva molto, quanto la partecipazione al campionato italiano cross country. L’ha voluta inserire nel suo programma perché il suo intento era regalare un sorriso a questi ragazzi speciali. Adesso si può che Andrea Tomasini abbia centrato il suo obiettivo. Assieme al suo navigatore Mauro Toffoli, il pilota pordenonese, ufficiale Suzuki nel trofeo tricolore fuoristrada, ha fatto divertire tutti i partecipanti degli “Adria inclusive games”, manifestazione legata allo sport che si è svolta a Lignano e dedicata a persone affette dalla Sindrome di Down. Durante l’evento, organizzato da “Sport 21”, associazione che ha come scopo lo svolgimento di attività finalizzate alla promozione dell’attività sportiva tra ragazzi disabili, Tomasini ha fatto salire in abitacolo tutti i ragazzi facendoli provare i brividi di una gara su una vera auto da corsa messa a disposizione da Toffoli Motorsport: alta velocità, derapate e tanta adrenalina sono stati gli ingredienti di una giornata indimenticabile per tutti. “Abbiamo passato dei momenti molto belli – afferma il pilota Suzuki -. I ragazzi si sono divertiti tantissimo: nessuno di loro ha avuto paura, anzi, incitavano a spingere ancora più forte sull’acceleratore. Ad avere maggiori timori, invece, sono stati i loro accompagnatori”. I ragazzi affetti dalla Sindrome di Down, assieme al navigatore di Andrea Tomasini, Mauro Toffoli, sono anche saliti sull’elicottero della Eli Play, che segue la coppia Suzuki in ogni gara per effettuare le riprese dall’alto. Non solo: molti ragazzi hanno approfittato della presenza di Alessandro Miconi, che con la sua moto ha dato “lezioni” di moto-terapia. “Tutti sono rimasti contenti e noi abbiamo ricevuto una bella manifestazione d’ affetto – continua il pilota -. Speriamo di ripetere presto un’iniziativa così”. Tomasini ora si concentra sulla seconda tappa del campionato italiano fuoristrada. Dopo la prova d’apertura con l’Italian Baja di Primavera, disputatosi in provincia di Pordenone, la serie tricolore si sposta in Sardegna, dove dall’11 al 12 maggio va in scena il Baja Terre di Gallura. L’obiettivo del pilota della Grand Vitara è di migliorare il terzo posto assoluto della gara di casa. Sicuramente c’è la volontà di ripetere un’iniziativa come quella di Lignano, perché regalare un sorriso a questi ragazzi è la vittoria più importante dell’equipaggio ufficiale Suzuki.

Share on Google Plus

About Effemotori Telefriuli

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.