MRC al Rally Isola di Sardegna.

Nel secondo fine settimana di dicembre, la sezione sarda della scuderia MRC Sport ha partecipato alla terza edizione del “ Rally Isola di Sardegna ” con ben dieci equipaggi. La gara, organizzata dall’ASD Mediterranean Team, è partita sabato 9 dicembre da Piazza Vittorio Emanuele a Nuoro ( NU ). Successivamente i concorrenti hanno percorso la prova speciale “ Su Grumene ”, lunga 8,08 chilometri, che è stata ripetuta per tre volte. Dopo il riordino notturno, i concorrenti si sono dati battaglia domenica 10 dicembre con la ripetizione, per tre volte, della prova speciale “ Littu ”, lunga 11,95 chilometri, tornando poi a Nuoro ( NU ) per le premiazioni. Per un totale di 60,09 chilometri di prove cronometrate nei due giorni di gara su fondo asfaltato. Tra gli equipaggi MRC Sport, Alessandro Canalis, navigato da Matteo Fois, a bordo di una Ford Fiesta di classe R5, ha concluso la propria gara al ventiduesimo posto assoluto, al secondo posto di classe R5 e al sesto posto di gruppo R. Questo il suo racconto della gara: “ Finale amaro per noi; eravamo primi assoluti e sull’ultima prova speciale abbiamo forato e abbiamo perso la gara. Il sabato ho cercato di prendere mano con la macchina e la domenica il feeling aumentava e siamo andati più forte. Peccato per il finale. ” Franco Catgiu, affiancato da Davide Pau, sulla sua Citroen C2 R2B, ha terminato la gara al sesto posto assoluto, al secondo posto di classe R2B e al quarto posto di gruppo R. Così ha commentato la sua prova: “ E’ andata abbastanza bene, sabato siamo partiti subito forte, sapendo che dovevamo colmare il gap con le altre vetture della classe e abbiamo vinto la classe. Verso la fine della giornata, ci siamo girati, abbiamo fatto 360 gradi e si è spenta la macchina; abbiamo così perso molti secondi preziosi. La domenica mattina siamo partiti forte, recuperando un po’ il tempo perso, ma non ce l’abbiamo fatta a vincere la gara. Sono contento perché non ho fatto danni e ho migliorato prova dopo prova.” Gianni Solinas, affiancato da Andrea Zara, a bordo di una Renault Clio Rs di classe N3, si è classificato al decimo posto assoluto, al primo posto di classe N3 e al terzo posto di gruppo N. “ E’ andata bene – ha raccontato -  era la prima volta che usavo la Clio e sono soddisfatto. Peccato che sull’ultima prova speciale si è rotto un supporto del motore, ma la gara era finita. Le prove erano belle, quella del sabato era molto insidiosa e quella della domenica era fantastica, molto veloce, per fortuna che erano asciutte. ” Marco Puddu, navigato da Alessandra Cancellu, sulla sua Seat Ibiza diesel di classe N3, ha concluso al quindicesimo posto assoluto, al secondo posto di classe N3 e al sesto posto di gruppo N. Queste le sue parole post gara: “ E’ andata bene. Sabato c’era un po’ di umido e ci siamo girati, la macchina si è spenta e abbiamo perso un po’ di tempo. Domenica invece siamo andati meglio, migliorando prova dopo prova abbiamo raggiunto il secondo posto di classe. Nonostante la mia macchina non sia performante sull’asfalto abbiamo raggiunto un buon risultato”. Paolo Piras, navigato da Salvatore Fancello, su Fiat 600 di classe A0, ha terminato la propria prova all’undicesimo posto assoluto, al primo posto di classe A0 e al secondo posto di gruppo A. Così si è espresso al termine della manifestazione: “ E’ andata benissimo, era il mio primo rally e ci siamo divertiti molto. Peccato che si è rotta la quinta marcia, che usavamo tantissimo sulla prova speciale di Littu. Probabilmente senza questo inconveniente saremmo entrati nei primi dieci assoluti. ” Mariano Pira, navigato da Andrea Loi, su Peugeot 106 di classe A5, ha terminato la propria prova al ventesimo posto assoluto, al primo posto di classe A5 e al sesto posto di gruppo A. Questa la sua chiosa sulla gara: “ E’ andata molto bene. Siamo contentissimi di aver vinto la classe. Il sabato la nostra gara era partita male, in quanto il motore andava a tre cilindri; a fine giornata abbiamo sistemato il problema e la domenica siamo andati forte, recuperando tre minuti e arrivando primi di classe. La soddisfazione aumenta visto che è il mio primo rally. ” Mario Murtas, con Virginia Moncini, su Citroen Saxo di classe N2, ha terminato la gara non  in classifica perche rientrati con il super rally. Questo il suo racconto: “ Sulla prima prova speciale del rally, abbiamo rotto un semiasse. Dopo averlo sostituito, siamo ripartiti con la regola del Super Rally, per fare un po’ di chilometri. Abbiamo fatto segnare dei bei tempi anche in confronto ai giovani. Senza il problema del sabato ce la saremo giocata per una posizione sul podio. Virginia è sempre al top, migliora prova dopo prova. Le prove erano bellissime, da vero Rally. ” Vedono il traguardo anche Giovanni Ticca, navigato da Serenella Sanna su Citroen Saxo di classe N2. Ecco i suoi commenti: “ Sono partito troppo veloce ed ho picchiato; non ho fatto troppi danni, infatti in assistenza abbiamo aggiustato tutto e siamo ripartiti. Essendo la prima volta che battevo la macchina in una gara, questo ha condizionato un po’ il resto del rally. Sicuramente questo episodio mi aiuterà a migliorare. ” Vincenzo Bodano, affiancato da Giuseppe Mascia, a bordo di una Peugeot 106 di classe N2, si è purtroppo dovuto ritirare. Queste le sue parole: “ La gara è nata male e finita peggio, purtroppo. Sulla prima prova speciale siamo andati lunghi in una delle prime curve e ci siamo incastrati. Abbiamo perso diversi minuti, ma siamo riusciti a ripartire, facendo la nostra gara. Purtroppo la domenica, verso la fine della gara ci ha abbandonato un semiasse, e quindi ci siamo dovuti ritirare. ” Anche Alessandro Murtas, navigato da Marco Greco, su Peugeot 106 di classe N2, si è ritirato. “ A 500 metri dall’arrivo – ha raccontato -  si è rotto il cambio e ci siamo ritirati. Peccato perché stavo andando forte, per essere il mio primo rally. ”
Share on Google Plus

About Effemotori Telefriuli

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.