Mrc alla Cronoscalata su terra di Tandalò

Nel fine settimana del 18 e 19 novembre, la sezione sarda della scuderia MRC Sport ha partecipato alla seconda edizione della “ Cronoscalata su terra di Tandalò ” con quattro equipaggi. La gara, organizzata dalla società DrivEvent Sas, anche per quest’anno era iscritta al calendario nazionale ACI Sport, come gara atipica e sperimentale. La prova speciale, lunga 4,5 chilometri, su fondo sterrato, era interamente in salita con l’arrivo al parco eolico di Tandalò. I concorrenti hanno percorso la prova per quattro volte, due volte il sabato e due volte la domenica. Con il numero 32 sulle fiancate, Fabio Piras ha gareggiato a bordo di una Peugeot 206 di classe Open4, oltre 1600. Ha concluso la propria gara al ventottesimo posto assoluto e al secondo posto di classe. Questi i suoi commenti: “ E’ andata! Sono partito malissimo: durante le qualifiche al terzo tornante mi si è aperta una ruota perché si è rotto il perno dell’unibol del braccetto. Sono rientrato in assistenza e abbiamo sistemato alla meglio. Sono partito per la gara e nelle prove di sabato sono andato un po’ all’arrembaggio. La domenica invece, dopo aver fatto alcuni aggiustamenti, sono partito bene, recuperando il tempo perso il giorno prima e concludendo al secondo posto di classe. Alla fine sono soddisfatto, la macchina l’ho finita il venerdì prima della gara, e la cosa importante era terminare la gara stessa. ” Mario Murtas, affiancato da Virginia Francesca Moncini, a bordo di una Opel Astra OPC di classe A7, con il numero 36 sulle portiere, ha terminato la propria prova al ventinovesimo posto assoluto e al primo posto di classe A7. “ E’ andata bene – ha commentato Mario – la prova era bellissima, anche se la nostra macchina faceva un po’ fatica; essendo vecchietta dà il suo meglio in discesa e qui era tutta in salita. Però abbiamo vinto la classe e ci siamo divertiti tantissimo, questo è l’importante. Virginia è stata bravissima. L’organizzazione della gara è veramente ottima. ” Marco Puddu, navigato da Alessandra Cancellu, su Seat Ibiza diesel di classe N3, con il numero 44, ha concluso la gara al trentacinquesimo posto assoluto e al primo di classe N3. Così ha commentato la propria prova: “E’ stato bellissimo, ho vinto la classe dopo una dura lotta, migliorandoci e tenendo duro. La prova era meravigliosa, molto dura.” Lorenzo Chessa, con Salvatore Fancello, su Renault Clio di classe N3, con il numero 45 sulle portiere, ha concluso la gara al trentanovesimo posto assoluto e al quarto posto di classe N3. “ Questa esperienza è andata bene – ha commentato Lorenzo – era la prima volta che usavo questa macchina. Sono partito bene, anche se non riuscivamo a capire come affrontare nel migliore dei modi i tornanti, che erano molto scivolosi. Nelle prove di domenica, invece, abbiamo avuto più difficoltà e siamo arretrati in classifica. La cosa importante era divertirci e portare la macchina fino alla fine della gara e ciò è avvenuto. ”



Share on Google Plus

About Effemotori Telefriuli

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.