Luca Rossetti su Fabia R5 vince il Rally del Taro.

Dopo due giorni di sfide sotto temporali scroscianti e caldo sole primaverile, il 24° Rally del Taro, secondo appuntamento stagionale dell’International Rally Cup Pirelli si è concluso.  La gara organizzata dalla Scuderia San Michele ha avuto 161 iscritti in totale tra gara Internazionale e gara Nazionale (44). Una gara che ha visto subito l’equipaggio Rossetti-Mori (Skoda Fabia R5) prendere il comando della gara, vincendo anche la “Power Stage” che era la PS 6 ‘Folta’ di 23,98 km. All’inseguimento del friulano, ‘Ciava’-Arena (Ford Fiesta WRC) che si sono alternati al secondo posto con Crugnola-Ferrara con una Fiesta R5 seguiti a poca distanza da Pedersoli-Tomasi (Citroen C4 WRC). Alla fine Rossetti l’ha spuntata su tutti nonostante il rischio di perdere tutto proprio nell’ultimo passaggio: ”In trasferimento prima della PS 8 ho iniziato a perdere tempo a causa del pop off e in prova ho fatto in fretta a rendermi conto che per conservare il primato dovevo darmi da fare, così, appena la strada ha iniziato a scendere  mi sono buttato giù come… un ragazzino. Poi sono riuscito a sistemare il pop off con del nastro adesivo e ho continuato senza più grandi problemi fino alla fine. Ovviamente sono molto soddisfatto di questa vittoria” Secondo si è piazzato il giovane Crugnola, vincitore dell’ultimo passaggio:”Sia io che ‘Ciava’ nell’ultimo tratto cronometrato siamo partiti con il coltello tra i denti per recuperare su Rossetti. Comunque il secondo posto è perfetto, Rossetti è il più bravo”L’equipaggio locale Federici-Orsi si è stabilmente mantenuto intorno alla quinta posizione e dopo il ritiro di ‘Ciava? Ha concluso ai piedi del podio: “Bellissima auto, peccato non aver potuto disputare prima una gara più corta per poterla sfruttare al meglio qui” ha dichiarato Federici, che è il primo tra i piloti locali.Quinto Alessandro Re-Ciucci (Ford Fiesta WRC).In totale sono state disputate 9 prove speciali per un totale di 134,78 km cronometrati e un percorso complessivo di 424,56, con quattro parchi assistenza e cinque riordini.Delle 9 PS dispiutate Rossetti –leader dall’inizio alla fine – ne ha vinte 4, Crugnola 3, ‘Ciava’ 2
Share on Google Plus

About Effemotori Telefriuli

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.