Prodan quarto al Rally Parenzo con Rb.

Una vera beffa quella subita da Viliam Prodan e dal suo navigatore Zoran Raštegorac allo start dell’ultima prova speciale del Rally Porec in Croazia. L’inizio di gara era stato totalmente diverso: pur essendo al debutto sulla Ford Fiesta R5 Evo, il driver di Zagabria stupiva subito tutti vincendo a sorpresa la prima prova speciale, lasciandosi dietro avversari più esperti e blasonati di lui, terminando quindi al comando della prima tappa. Nella seconda giornata di gara, caratterizzata da condizioni meteo che riducevano le speciali al limite della praticabilità, era partito comunque velocissimo. Poi un testacoda gli aveva fatto perdere ben dieci secondi in un colpo solo, ma non gli aveva fatto perdere la voglia di rimontare. Difatti la sua progressione è stata ammirevole e prova dopo prova risaliva la china fino al terzo posto a pochissimi secondi dal secondo posto assoluto, e nonostante le condizioni meteo andassero a peggiorare notevolmente, a tal punto da far alzare bandiera bianca a uno dei suoi diretti avversari, Viliam continuava a spingere cercando di raggiungere la vetta della classifica, che lo aveva visto in testa fino a poche ore prima, pur dovendo battersi non solo contro il meteo, sfidando anche la sua poca esperienza su questa vettura, ma anche contro il primo in classifica che pilotava una vettura di “classe speciale”, ossia dotata di un restrittore al turbo assai generoso che lo avvantaggiava non poco.
Purtroppo questa già impavida rincorsa si infrangeva, come detto, allo start dell’ultima prova speciale dove un probabile “falso contatto”, dovuto certamente all’abbondante acqua presente sul tracciato, mandava in tilt una delle centraline elettroniche della Fiesta, lasciandolo senza fari supplementari e impedendo il funzionamento del tergicristallo; considerando che la prova partiva di sera sotto un diluvio è scontato immaginarne il perché dei due minuti e ventisei secondi lasciati al vento, come è scontato immaginare l’amarezza provata dai due piloti e soprattutto da parte del team del tutto incredulo e incolpevole per quanto accaduto. Nonostante la grande delusione per questo grave imprevisto, resta la grande prestazione di Prodan con la Fiesta R5 EVO di RB Motorsport, capace di mettere tutti in riga da subito, dimostrando un enorme potenziale e giungendo al traguardo, nonostante tutto, in quarta posizione assoluta. A mitigare la delusione per questo finale di gara inaspettato, ci ha pensato un equipaggio tutto friulano composto da Enrico Franzolini navigato da Simone Crosilla a bordo della Renault Clio MAXI gestita da RB Motorsport che ha terminato questa difficilissima gara in ottima diciasettesima posizione assoluta, terzi di classe, risultato da incorniciare per l’architetto udinese che non correva da più di un anno.
Share on Google Plus

About Effemotori Telefriuli

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.