29° Rally Piancavallo si parte!

Non era sicuramente mai accaduto nella storia recente della gara, che fosse così difficile individuare un potenziale vincitore tra le auto moderne. L'elenco iscritti è uno di quelli che fanno invidia a qualsiasi organizzatore. Luca Rossetti è il favorito ma occhio a De Cecco e De Luna  Il detto latino recita “ubi maior minor cessat” e dovrebbe essere così se si volesse mettere a confronto il Rally Piancavallo per auto moderne con il Rally del Friuli in programma a fine agosto e valido per il campionato italiano assoluto. Ferma restando la validità tricolore della gara udinese, è davvero difficile considerare inferiore di livello l'elenco iscritti del Rally Piancavallo 2015, dal momento che ci sono al via cinque R5 (sono le auto della medesima categoria che corre per il titolo tricolore), tre Super2000 e ben sette Super1600. Tanto per dare qualche numero, al recente Rally di Majano (stessa validità per il Piancavallo, ovvero Trofeo Rally Nazionali) c'era al via una R5, una Super2000 e quattro Super1600. Il confronto parla chiaro. Piancavallo piace e - soprattutto - vedrà partire per primo dalla pedana di partenza Luca Rossetti (affiancato da Eleonora Mori). Il pilota pordenonese che oggi abita in Valtellina ha vinto in carriera 3 titoli europei, un italiano ed uno nel campionato turco. Attualmente è in lizza nel trofeo Renault con la Clio R3T. A  Piancavallo corre per vincere una gara che da giovane lo ha visto calcare la scena con la Peugeot 106, un'auto con la quale si è messo in luce, anche agli occhi del compianto Maurizio Perissinot. Fu proprio l'ex copilota della Lancia (uno degli “inventori” del Rally Piancavallo) che credette nelle qualità di Luca. Il quale, se la dovrà comunque vedere con un lotto di rivali di tutto rispetto: prima di tutto il gentleman driver friulano Claudio De Cecco, che sarà in gara con una Skoda Fabia Super2000 identica a quella con la quale il veronese Umberto Scandola ha corso fino a qualche mese fa nel Tricolore. Inoltre, sarà certamente della partita - una volta che avrà preso le misure - Andrea De Luna. Il giardiniere pordenonese è capace di tutto perché il talento gli permette di imparare in fretta. Anche con un'auto importante come la Citroën DS3 R5. Con una Ford Fiesta, sicuramente con l'ambizione di stare nella top five, c'è un altro pordenonese, Alessandro Prosdocimo. E, tra le auto della categoria A7, Marco Zannier, un altro pordenonese dal piede pesante, che al recente Majano ha dato filo da torcere al futuro vincitore De Cecco fino all'ultima prova speciale e che nel 2014 il Rally Piancavallo lo ha addirittura vinto; quest'anno non potrà di certo ripetersi, ma la top ten (se non la top five) è ampiamente alla sua portata. In totale sono 54 gli equipaggi iscritti al 29° Rally Piancavallo. Davvero un buon numero, considerando anche il calendario affollato. Infine, una nota su Fabrizio Martinis: sarebbe stato bello vederlo al via perché il pordenonese è capace di grandi prestazioni ma invece sarà sul percorso con il doppio zero sulle fiancate dell'auto: come responsabile della sicurezza, sarà lui a dire al direttore di gara che sulle prove speciali è tutto in ordine e che la gara può procedere. Anche questo è rally. Ricordiamo che la gara scatta da Piancavallo venerdì 7 agosto alle 19.00 e termina - sempre nella località turistica - alle 17.30 di sabato 8 agosto.



Share on Google Plus

About Effemotori Telefriuli

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.